• Pubblicata il:
  • Autore: RAP MANNUCCI
  • Categoria: Racconti bisex
  • Pubblicata il:
  • Autore: RAP MANNUCCI
  • Categoria: Racconti bisex

ALTRO CHE LESBICHE! - seconda parte

ALTRO CHE LESBICHE! - seconda parte

Sono rimasto sdraiato sulla tovaglia per un tot di tempo, dovevo riprendermi. Loro invece si sono fumate un altro spinello.
- Vuoi tirare anche tu?
- No grazie, ho smesso tanti anni fa e, insieme al caffè, è l'unico vizio che non ho.
- Una birra?
- Ok, però se possibile non fredda...
Per fortuna è stato un settembre caldo, ma stare mezzo nudo su una tovaglia per terra non era il massimo. La birra me l'ha portata Claudia...
- Ecco la Ceres, rigorosamente non fredda...
- Grazie, posso farvi qualche domanda, diciamo... privata?
- Sentiamo...
- Perchè stasera non mi avete mandato affanculo? Non credo di essere così affascinante. Vengo nel vostro bar da due anni e non mi siete mai saltate addosso...
E' intervenuta Simona.
- Neanche noi siamo delle figone e, ogni tanto, non ci dispiace scoparci qualche maschietto. Stasera abbiamo unito l'utile al dilettevole.
- Lasciatemi indovinare: se io dico a qualcuno quello che, senza volere, ho visto stasera, voi dite tutto il resto a mia moglie.
- Bravo! Però non demoralizzarti, qui in paese sei l'unico, ci siamo divertite parecchio e adesso... tutti a nanna.
Claudia non era daccordo.
- Eh no, bella! Io vorrei fare un altro round...
Anche se non si è mai tolta la maglietta, con la seconda canna, era ancora più disinibita. Ha piantato la lingua in bocca a Simona e l'ha stretta forte strofinando il suo pelosissimo pube contro quello di lei. L'ha girata di spalle, le ha spinto le mani sullo schienale di una sedia per farla piegare e le ha leccato l'ano allargandole le chiappe.
Di fronte a quella scena, ho avuto un'altra potente erezione.
- Hey ragazze che ne dite di fare un replay all'incontrario? Il mio cazzo e la mia lingua sono a vostra disposizione. Sorridendo, Claudia si è chinata a gambe aperte sulla mia bocca per farsi leccare, e Simona si è infilata il cazzo duro nella figa già calda e bagnata, cominciando a scoparmi. Come al solito, le due si guardavano eccitandosi a vicenda. Siamo andati avanti così per un quarto d'ora, fino a quando Claudia ha iniziato ad ansimare ed urlare, godendo e schizzando del liquido dall'uretra sulla mia pancia. Allora Simona ha accelerato il su e giù raggiungendo rapidamente un bell'orgasmone. Con la seconda, ero molto resistente e, mentre Claudia si era distesa sul pavimento, riposando dopo la squassante ed inattesa eiaculazione femminile, ho detto a Simona di mettersi alla pecorina. Approfittando dell'ano già insalivato e delle abbondanti secrezioni vaginali che avevo sull'uccello, l'ho inculata senza problemi e molto a lungo. Dopo essere venuta altre due volte, è stata lei a chiedermi di sborrare. Allora le ho massaggiato le tette penzolanti ed ho spinto con più forza, godendo e spruzzandole tutto lo sperma dentro il culo. Quando ho estratto il pene, dall'ano aperto e dilatato è colato un ruscello di sborra che ha imbrattato ancora di più la povera tovaglia.
Stanchi ma appagati, ci siamo sdraiati anche noi sul pavimento.
- Hey gente, lavatela bena quella tovaglia. Non vorrei essere nei panni dei clienti che prossimamente ci mangeranno sopra!
Abbiamo riso e ci siamo ripuliti a turno nel piccolo bagno del locale. La Ceres consumata nell'intervallo me l'hanno regalata, però mi hanno ordinato di bussare sulla saracinesca e di non entrare mai più da sotto.
Mentre uscivo dal porta sul retro ho pensato: "Altro che lesbiche!"
FINE

Vota la storia:




07/10/2016 23:06

minchia

Un altro playboy da tastiera!! Dai su svegliati!!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!