• Pubblicata il:
  • Autore: Luigi
  • Categoria: Racconti orge
  • Pubblicata il:
  • Autore: Luigi
  • Categoria: Racconti orge

Mister ti amo

Speriamo che il mister mi faccia giocare questa domenica, mi sono rotto di allenarmi per niente, vabbè che sono nuovo, però. Si parla del diavolo e spuntano le corna.
“Salve mister, ha bisogno di una mano?”
“Si grazie, aiutami a portare questi borsoni negli spogliatoi per favore. Che ci fai qui?”
“Come che ci faccio? Ci sono gli allenamenti!”
“Sono stati rimandati a domani, non ti hanno avvisato?”
“No!”
“Avevo detto a Gino di avvisare tutti.”
“Forse non ha il mio numero.”
“Non c'è problema, visto che sei qui puoi allenarti con me.”
Fico, allenamenti personalizzati, chissà forse domenica gioco. Cazzo se pesano stì borsoni, che cavolo c'è dentro? Che forza che ha il mister, ne ha presi tre insieme come se niente fosse. Apriamo le finestre,fa un caldo boia che non si respira.
“Ammazza se pesano stì borsoni mister, che c'è dentro?”
“Le nuove divise, sono per l'anno prossimo. Provane una, vediamo come stanno addosso.”
Mi spoglio, resto in slip. Mi passa la maglietta ed i pantaloncini, sono un po' grandi.
“Questi sono enormi.”
“Fammi vedere, sistemati meglio. Aspetta faccio io.”
Mi sistema la maglia, ma è sempre larga, mi sistema anche i pantaloncini, la sua mano accarezza un po' troppo . Secondo me ci sta provando. Forse è vero quello che si dice.
“Beh, non ti stanno male. Rimettiamo tutto a posto.”
La maglietta non me la metto, fa troppo caldo, poi così mi abbronzo un po'.
“Mister, io intanto vado.”
“Mi cambio e arrivo.”
Cazzo che caldo che fa, il mister mi raggiunge.
“Eccomi, facciamo una corsetta, tre giri di campo per riscaldarci, poi usiamo la palla.”
Tre giri di campo con questo caldo sono abbastanza. Il mister sarà vecchietto, ma è ancora in forma, chissà se è vero che ha giocato in serie B, comunque un bel fisico.
“Mister, sono sfatto!”
“Mettiti in porta che ti alleno.”
“Gliele paro tutte mister.”
“Vedremo, facciamo una gara e vediamo chi vince.”
“Che gara, e che si vince?”
“Io tiro da fuori area e vediamo se faccio più goal io o se pari di più tu!”
“E che si vince? Facciamo che se vinco io domenica mi fa giocare?”
“Chi vince decide cosa ha vinto!”
“Qualsiasi cosa?”
“Beh, entro certi limiti ovviamente.”
“Ci sto, facciamo venti tiri?”
“Ok!”
Diciassette a tre per lui, ho le mani che mi fanno male per i tre tiri parati, cazzo che sventole, mi ha piegato le mani.
“Ha vinto lei mister, mi sa che domenica sto ancora in panchina.”
“Coraggio, dai andiamo a farci la doccia!”
E' la prima volta che vedo il mister completamente nudo, che muscoli, vorrei diventare così anche io, con un po' di allenamento ci riesco di sicuro. Dio bo che cazzo, è veramente notevole.
“Sei tutto sporco, sul collo, sulle gambe, aspetta che ti aiuto.”
Mi viene vicino e comincia a lavarmi il collo, la schiena. Le sue mani mi lavano le cosce, le sento, salgono sul sedere, lascio fare, mi lava la schiena. Si avvicina, sento il suo corpo che sfiora il mio, cazzo mi sto eccitando. È vero, il mister è gay senza dubbio, lascio fare comincia a piacermi. Ci asciughiamo.
“Ci voleva questa doccia.”
“Ha ragione mister, fa troppo caldo.”
“Basta mister, chiamami G. quando siamo soli io e te... mister solo quando siamo in gruppo, sai non vorrei pensassero a favoritismi.”
“Ok mister.”
“Tutto a posto?”
“Ho le gambe un po' dure e mi fa male la schiena, sono caduto male.”
“Andiamo di là, ti faccio dei massaggi.”
Mi tolgo l'accappatoio, mi sdraio sul lettino, G. prende dell'olio e comincia a massaggiarmi le gambe, sono rilassato, chiudo gli occhi, mi piace come massaggia. Che manine che ha il mister. È frocio, sono sicuro.
“Girati!”
Mi giro, sento l'olio sulla schiena, le sue mani mi massaggiano il collo, che bello, mi piace, scendono lungo la schiena, sono sul sedere, le sento, scivolano, si insinuano. Mi accarezza il culo, mi piace, lascio fare, mi sta diventando duro. Mi giro, prende in mano le palle, stringe il cazzo, comincia a farmi una sega. Ho la sua bocca sul collo, succhia, morde. Scende, sento la lingua sui capezzoli, li morde, fa un po' male.
“Fai piano mister.”
Li succhia, mi piace, mi sega.
“Piace anche a te?”
“Sì!”
Cazzo se mi piace, me lo inculo e domenica gioco. Sono una puttana, ma voglio giocare e poi mi piace. Comincia a farmi un pompino, che bello. Lo prende tutto, fino alle palle. Lo succhia e si sega. Vorrei averlo io un cazzo come il suo. Mi infila un dito nel culo e spinge, scivola, lascio fare, continua a pomparmi, non ha una bocca, ha una ventosa. È proprio bravo, senti come succhia. Lo scopo in bocca. Se continua così tra un po' sborro! Smette si succhiarmelo, si avvicina con il cazzo alla mia bocca.
“Prendilo!”
“Cosa?”
“Succhiamelo!”
“Ma, mister!”
“Abbiamo fatto una scommessa prima, chi vinceva decideva cosa aveva vinto. Ho vinto io e tu devi pagare la scommessa. Prendilo in bocca, questo è il mio premio poi, secondo me, a te piace andare con i maschietti, vero? Ho visto come guardi il cazzo dei tuoi compagni, sotto la doccia.”
Non mi dispiace fargli un pompino, sono eccitatissimo. Lo prendo in mano, lo scappello, è proprio un bel cazzo. La cappella è più piccola del resto del cazzo, la prendo in bocca, ci gioco con la lingua, la ingoio e comincio a succhiarlo. Faccio fatica a tenerlo tutto dentro, è enorme. Ha una bella cappella, la succhio, mi piace succhiarla. Spinge, mi scopa in bocca. Mi accarezza il culo, mi infila un dito dentro, scivola, si così, spinge, mi piace. Continuo a succhiare.
“Ti voglio!”
“Cosa?”
“Voglio il tuo culo!”
“Mister, stai scherzando vero? La scommessa era il pompino.”
“No caro, non scherzo, voglio il tuo culetto. Dai, non fare il verginello che piace anche a te, si vede da come succhi, e poi non è la prima volta, vero? Hai un culetto largo, te l'hanno già messo dentro, vero? Dimmi la verità frocetto, è così?”
“Mister, non se ne parla proprio, un'arnese del genere nel mio culo mai!”
Cazzo, questo non era previsto, ha un pisello enorme. Scendo dal lettino, non c'è nessuna via di fuga e poi dove vado tutto unto. G. è enorme in tutto, mi viene vicino, mi allontano, mi prende per un braccio e me lo gira, sono bloccato. Sento il cazzo duro sul sedere, mi fa piegare sul lettino, mi allarga le gambe e infila un dito dentro.
“Ti piace vero? Non ti farò male, tranquillo, tu fai il bravo.”
“Mister, per favore... e poi se viene qualcuno?”
“Non viene nessuno tranquillo, le porte sono chiuse a chiave, siamo solo noi due!”
Questo mi rompe il culo. Sento l'olio colarmi sulla schiena, infila un dito dentro e spinge piano, ne infila altri, mi allarga il culo.
“Hai un culo allenato vedo, ti hanno inculato in molti frocetto?”
“Mai con un cazzo come il tuo!”
Appoggia la cappella sul culo, devo rilassarmi, spinge, la sento entrare piano, il culo si allarga, lo sento entrare... spinge è tutto dentro, mi incula.
“Vedi che non era difficile, è tutto dentro lo senti? Ti piace essere inculato vero? È tutto tuo!”
“Fai piano mister, così!”
Scivola dentro, spinge non fa male, lo sento tutto. Mi tocco il culo, è tutto dentro, sento le sue palle... incredibile, è tutto dentro. Cazzo se mi piace. Spinge sempre più forte, lo sento scivolare, è bello! Spingo anche io, lo voglio tutto.
“Vienimi sopra!”
Si sdraia per terra, mi inginocchio su di lui, prendo il suo cazzo in mano, lo metto sul culo, mi lascio andare, piano, così, lo sento, mi piace, è tutto dentro. Lo cavalco, scivola è stupendo.
“Vedi che piace anche a te.”
“Si mister, mi piace, cazzo se mi piace! Però, mister, questo deve rimanere un segreto tra di noi, mi raccomando.”
“Non voglio mica far sapere in giro che mi inculo i ragazzi, che ti credi? Tranquillo.”
Che cazzo è questo rumore? Questa è una porta che si chiude, chi cazzo è?
“C'è nessuno?”
“Ma non avevi chiuso le porte?”
“Si.”
Cazzarola, è S.. Adesso sarò sulla bocca di tutti. Sono ancora seduto su G. con il suo cazzo dentro, sono fregato.
“Ops, scusate, ero venuto per l'allenamento.”
“Allenamento rimandato. Vuoi unirti a noi?”
Che cazzo dice G?
“Beh, allora ne approfitto!”
“Cazzo mister, adesso sarò sulla bocca di tutti, cazzo!”
“Tranquillo, rimarrà un segreto tra noi tre, vero S?”
“Certo mister!”
“Tranquillo Robby, S è uno dei miei preferiti.”
Hai capito il mister, si scopa la squadra. Continuo a cavalcarlo, S si spoglia nudo, è secco come un chiodo, nero come il carbone, si avvicina, ha il cazzo in mano e si sega. È grosso come quello di G, mi viene vicino, ho il cazzo davanti la bocca. Ormai che ci siamo andiamo avanti. Lo prendo in mano e lo scappello. È durissimo, lo sego, lo faccio sparire in bocca. Succhio. G vuole cambiare posizione. Resto in ginocchio, mi viene dietro e lo mette dentro. Che bello, mi piace, senti come scivola.
“Vedi che hai il culo accogliente? Entra con una facilità incredibile.”
Faccio fatica a crederci anche io, lo tira fuori e lo rimette dentro, mi piace, continua così. S mi mette il cazzo in bocca, lo succhio.
“Però, sei bravo a succhiare.”
Mi tiene ferma la testa e mi scopa in bocca, G mi incula sempre più velocemente.
“Ecco, così troia, così.”
Cazzo che situazione, ho il cazzo del mister nel culo e quello di S in bocca, che bello, mi sento, come mi sento? Troia? Frocio? Mi sento in paradiso! Che bello, scivola, sì, così, mi piace. Succhio Samuel, che bel cazzo, nero, lucido, grosso.
“Troia, troia, troia... sìììì”
Spinge, continua, sì mi piace, è instancabile mi ha riempito il culo di sborra. Samuel mi tiene ferma la testa, continua a scoparmi in bocca.
“Sì, bevila tutta!”
Ho la bocca piena di sborra, succhio, mando giù, mi piace. G continua ad incularmi, mi sego, è stupendo, così, sì,sì, sborro. G lo sfila, sono sfatto.
“Allora, hai visto che è piaciuto anche a te. Il giovedì, io e S facciamo gli allenamenti supplementari, devi allenarti di più anche tu se vuoi giocare. Ok ragazzi, ci vediamo domani!”

Vota la storia:




30/08/2015 18:33

Camillo 2

Ecco invece il mio commento: ...un fior di fanciulla seminudo,dovrebbe far sprofondare nella vergogna più assoluta TUTTI I CULATTONI. Parola di Camillo 2 che : - BATTE - FORTE - SEMPRE -

30/08/2015 14:32

sergio

no comment!

08/09/2015 11:32

sergio

di sicuro quel commento di camillo 2 che dice che lo ha preso nel culo e' un fake galattico! w camillo 2!

07/09/2015 22:09

Camillo 2

fede NESSUNO CI CREDERA' anche se ne scriverai centomila usando il mio nick. Ripeto il mio TAM -TAM : TUTTI I CULATTONI SONO DEI MALATI, DICO TUTTI fede per primo. Ahahahahah!!! Parola di Camillo 2 che - BATTE - FORTE - SEMPRE -...maledetti americani !!!

07/09/2015 08:02

Camillo 2

GENTE lo so che non mi crederete, ma ho provato a prenderlo nel culo. Non lo avrei mai immaginato. Mi è piaciuto tantissimo. Non ci volevo credere. Eppur me lo avevano detto che tutto il mio astio nei confronti dei culattoni nasceva da un mio nascosto desiderio di provare l'altra sponda. CHIEDO SCUSA A TUTTI QUELLI CHE HO OFFESO FINO AD OGGI. PRENDERLO NEL CULO È BELLISSIMO!!!!!

07/09/2015 02:06

Lory

ciao qualcuno mi sa dire se c'è un gloryhole a Milano? grazie

06/09/2015 00:21

Camillo 2

em...sei un povero MALATO, e il tragico è che lo sai !!!

05/09/2015 17:56

em

Leggo con piacere questa storia. in gioventù anch'io ho fatto sport e proprio nelle persone dello staff ho ricevuto l'imprimatur. Esperienze che ricordo con gioia e che rivivrei con molto piacere.

02/09/2015 19:52

Camillo 2

GENTE GENTE, è proprio di oggi l'invito di Vittorio Sgarbi per indire a Venezia il " GNOCCA DAY " Leggete anche on line l'articolo di Sgarbi sul Corriere della sera. Lascio a lui la parola. EVVIVA VITTORIO SGARBI, MARIO ADINOLFI, LUIGI BRUGNARO gente che giustamente si oppone all'ARROGANZA DEI CULATTONI, è ora di farla finita. Evviva dunque il " GNOCCA DAY "

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!