• Pubblicata il:
  • Autore: DARKO
  • Categoria: Racconti gay
  • Pubblicata il:
  • Autore: DARKO
  • Categoria: Racconti gay

IL PRESUNTO DOTTORE

IL PRESUNTO DOTTORE Sono di origine croata e lavoravo come direttore di un importante Hotel di Montecatini Terme. Non ho mai nascosto la mia omosessualità e nessuno, titolari compresi, ha mai avuto niente da ridire. Oltre allo slavo, parlo fluentemente inglese e tedesco, ed ho sempre svolto il mio compito con serietà e migliorando il fatturato. Alberto si è trasferito a Montecatini nel 2008. Veniva da Milano, era dottore e si era specializzato in cure naturali e medicina orientale. Aveva intenzione di aprire un Centro Benessere sfruttando la clientela abituale delle Terme. Quando è arrivato, il portiere era in bagno ed io presidiavo la reception. L'ho subito notato perchè, a differenza dei nostri soliti ospiti maturi, era giovane, bello, alto e pieno di fascino. - Salve, ho prenotato una camera per due settimane a partire da oggi. Mi chiamo Alberto ********. - Benvenuto, le abbiamo riservato la camera 315, è al terzo piano ed ha una splendida vista sulle colline pistoiesi. Può lasciarmi un documento per la registrazione di legge? - Certo, questa è la mia patente di guida... Ho ricopiato sul computer i dati necessari e gli ho subito consegnato la patente e la chiave della stanza. - Benissimo, camera 315 terzo piano. In fondo a sinistra trova l'ascensore di servizio. Le serve aiuto per il bagaglio? - No, grazie. Ho solo questo trolley. Piuttosto, avrei bisogno di depositare una somma di denaro nella vostra cassaforte. - Non si preoccupi, ogni stanza è dotata di cassaforte personale a combinazione variabile. - Veramente... ecco, la somma è un po' elevata. Sono 100mila euro suddivisi in 20 assegni circolari da 5mila ciascuno... - 100mila euro? Allora le consiglio senz'altro di depositarli nella banca qui vicino. La può raggiungere anche a piedi in 5 minuti. Si trova sulla stessa via... - Mi scusi, ma non vado molto daccordo con le banche, preferirei lasciarli qui. Era una richiesta insolita, ma la persona aveva i documenti in regola, si trattava di assegni e non di contanti, e poi... e poi era un figo da paura! Ho preso in consegna i 20 assegni, li ho chiusi in cassaforte e gli ho rilasciato la ricevuta. Visto che il portiere era già tornato al suo posto, sono salito col cliente sull'ascensore. - Sa, io sono un dottore e mi occupo di medicina naturale. Vorrei aprire un Centro Benessere qui a Montecatini, cerco un locale di almeno 80 mq, ha qualche indirizzo da suggerirmi? Siamo entrati in camera parlando di questo e Alberto mi ha pregato di fermarmi per approfondire l'argomento. Era una richiesta insolita, ma la persona sembrava seria e poi... e poi era un figo da paura! Ci siamo seduti. - Be', qui a Montecatini viviamo di cure termali e di salute. I centri benessere normali non sono una novità, ma un locale di sole cure naturistiche ed orientali potrebbe trovare il suo spazio. Ho qualche indirizzo che potrebbe fare al caso suo... Due cognac prelevati dal frigo bar e qualche ammiccamento sono bastati. Alberto ha chiuso a chiave la camera, si è spogliato completamente esibendo il suo corpo stupendo e mi è letteralmente saltato addosso trascinandomi sul letto. Mi ha denudato baciandomi ovunque ed ha picchiettato il suo cazzo eretto contro il mio, già in tiro, come se fosse una gara di scherma. Mi ha penetrato con delicatezza dal davanti mentre con le mani mi masturbava e mi accarezzava i testicoli. Abbiamo eiaculato quesi ull'unisono e ci siamo distesi l'uno di fianco all'altro per riprendere fiato. Nei 13 giorni seguenti, ogni notte è stata un susseguirsi di baci, carezze e penetrazioni anali. Con lui sempre soggetto attivo ed io passivo. Condite da abbondante sesso orale, praticato da entrambi con grande passione e soddisfazione. L'utima delle sera prenotate, mentre eravamo in relax dopo un'inculata memorabile, all'improvviso mi ha chiesto se potevo prestargli 40mila euro. - Accidenti Aberto... ma i tuoi 100mila? - Non bastano. Ho trovato un locale perfetto in centro, ma per acquistarlo ne servono 140mla... - Allora affittalo, almeno per i primi mesi... - No, l'affitto sarebbe troppo alto, rischierei di essere sbattuto fuori... e poi vogliono 40mila euro in contanti... Era una richiesta insolita, ma io l'amavo e poi... e poi era un figo da paura! Così mi sono fidato, ho chiesto alla mia banca di prelevare il denaro in tranches conformi alla legge sul riciclaggio e gliel'ho dato tutto. Non vi dico il numero di pompini e di inculate in quella notte, non ci credereste. Il mattino dopo, Alberto è andato a Parma per ultimare la trattativa e non è più ritornato. E' scomparso, svanito, evaporato! Dopo averlo chiamato decine di volte sul cellulare senza risposta, il giorno successivo ho portato in banca i 20 assegni circolari chiusi in cassaforte per farli verificare. Erano tutti falsi! Lui non si è fatto più vedere ne' sentire. Tuttavia, circa un anno dopo, parlando con un sudamericano vecchio e fedele ospite dell'hotel, ho saputo che un certo Alberto *******, italiano, era stato arrestato in Costarica per truffa aggravata ed esercizio abusivo della professione medica. Pensava che fosse una notizia triste per un italiano, e si meravigliò molto quando io scoppiai a ridere . Era una notizia insolita, ma Alberto era... era un figlio di puttana!!!

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!