Donna delle pulizie

Buon giorno a tutti, questa è la mia prima storia che racconto perché non è mia abitudine sventolare ai quattro venti le mie cose. Questa però, non inventata ma reale è particolare perché ha colto in pieno la mia fantasia del sesso e sinceramente non me l'aspettavo. Io sono amante dei piedi in tutte le sue forme e, nel tempo sono riuscito più o meno a divertirmi ma, stavolta, per maturità sono io che ho subito. Dunque io essendo sposato con bambini e vivendo in una casa fortunatamente grande per motivi di lavoro io e mia moglie abbiamo deciso di prendere una persona che ci desse una mano per le grandi pulizie. dopo qualche ricerca, in questi casi si va sul passa parola, abbiamo trovato una signore di 53 anni piacevole e simpatica, nulla di trascendentale, che una volta alla settimana si recasse a casa per le pulizie. Ovviamente passate le settimane di presentazione il rapporto con noi cominciava ad essere più famigliare più sciolto e scherzoso. Una mattina mi trovavo in casa con mio figlio piccolo e mentre lo tenevo in braccio ho notato che la signora saliva su scaletta per le pulizie e, scherzando gli ho detto di tenerla prima che finisse per terra, terminato ho guardato i suoi piedi che indossavano le ciabatte tipo ospedale bianchi, indossava dei collant bianchi e la tentazione è stata quella di passare il dito indice nel l'arco del piede, be ha fatto un salto sulla scala credenti che potesse cadere e ridendo mi disse di non farlo più perché lo soffriva da morire. Ah ah è come aver parlato con il muro, ho fatto passare un po di settimane e poi in modo e nell'altro tornavo alla carica un po sotto le ascelle un po sotto i piedi prestandomi a gesti ti suono se non te ne vai. Ora ero finito in un tunnel, ho mi toglievo il dente oppure la piantavo lì, in quanto poteva comunque dirlo a mia moglie facendoci una figura di merda. Ho desistito ma, un giorno dopo settimane e settimane che non facevo più nulla è capitata l'occasione, non mi ricordo il motivo ma abbiamo iniziato a parlare di solletico e con aria di sfida gli ho chiesto che se avesse resistito 5 minuti le avrei dato 100.00 euro, ovvio la prima risposta è sta no era imbarazzata ma io gli ho detto che sarebbero stati 20 euro al minuto cavolo mica male ??? no ???? Lei si convinse e concordammo come e dove. Gli ho chiesto di sedersi sul letto di togliersi le ciabatte e di stare con le braccia sollevate, uno spettacolo a pensare che per 5 minuti mi sarei divertito così ho cominciato ad eccitarmi, lei era imbarazzata si vedeva ma oramai aveva accettato la sfida presi il cronometro lo misi a 5 minuti e gli chiesi sei pronta ??? lei rispose di si. Iniziai sulle braccia scendendo piano verso le ascelle per un paio di volte e lei comincio a tremare, io dallato vedevo il seno abbastanza grosso e nonostante il reggiseno dalla maglietta cominciavo a vedere i capezzoli che si indurivano. Proseguivo il trattamento sui fianchi e li comincio a cedere spostandosi da una parte all'altra ed erano passati due minuti ora era il momento di dedicarmi ai sui piedi, presi una forchetta e cominciai a fargliela passare su e giù faceva i salti rideva ma non cedeva e io ero sempre più eccitato all'ultimo con le lacrime agli occhi mi fermò avevo vinto. Si però peccato che io mi trovavo in ginocchio ed avevo i pantaloncini e tirandomi su ha notato che ero eccitato, stavolta ero io ad essere imbarazzato, l'atmosfera è cambiata non volava una mosca saranno passati una trentina di secondi e lei mi disse " ora scommetto io che non resisti più di 5 minuti " e gli risposi se volesse farmi il solletico invece, mentre mi avvicinavo a lei, che si trovava ancora seduta sul letto, mi prese i fianchi tiro giù decisa i pantaloncini e cominciò a massaggiarmi il pene attraverso i boxer. Ero spaventato e confuso perché poteva succedere un casino ma, lei era tremenda passata la mano sotto non riuscivo più a controllarmi e cominciò a masturbarmi e guardandomi mi disse " chissà quante volte ci ha pensato vero " , cavolo sgambato, poi lo prese in bocca e continuò a fare così non so dirvi per quanto ma ad un certo punto mi chiese " resisti ancora o cedi " le risposi che volevo venire e lei guardando l'orologio mi disse con il sorriso questa volta ho vinto io vero ??? Be direi forse !!!! come forse rispose vediamo un pò ti tolse la maglietta il reggiseno e me lo strofinò sul seno, "dai su" continuò lei, che sei carico il tempo stringe guarda che ti lascio così ti arrendi ??? io bleffavo ma appena si accorgeva che stavo per venire si fermava. Era come la tortura del solletico che gli avevo fatto si voleva vendicare, non mi permetteva di toccarla mi diceva " e no anche tu stai fermo" all'ultimo ho ceduto l'ho guardata e gli ho detto " si questa volta hai vinto te fammi venire " e lei " fuori i soldi" presi e consegnati ha cominciato con un pompino deciso e in pochiistati sono venuto sulle sue tutte spettacolo. Ero esausto il cuore mi batteva mille avevo paura di aver combinato un casino ma invece lei dopo essersi sistemata si è avvicinata e con parole assicurati mi tranquillizza che sarebbe stato un segreto tra me e lei. Alla fine della giornata prima di andare si è avvicinata mi ha guardato e ridendo mi disse che se avessi resistito un pochino di più cedeva lei perché era eccitatissima e avrebbe concesso di farsi toccare. immaginate dopo io per un mese quasi non le rivolgevo parola per paura che mia moglie non sospettasse qualcosa lei come se nulla fosse accaduto. Ciao spero vi sia piaciuta.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!