• Pubblicata il:
  • Autore: MIRELLA STAR
  • Categoria: Racconti bisex
  • Pubblicata il:
  • Autore: MIRELLA STAR
  • Categoria: Racconti bisex

ATTRICE O ESCORT? (seconda parte)

ATTRICE O escort (seconda parte) Ho cercato un taxi. Ero un po' stanca, ma dovevo assolutamente presentarmi alla produzione romana che mi aveva fatto un contratto con un numero seguito da quattro zeri. Gli uffici e la casa risultavano allo stesso indirizzo. Il titolare Vittorio e la moglie Adriana mi sono subito sembrati un po' strani. Vivevano a Sabaudia, provincia di Latina, in una villa lussuosa a 50 metri dal mare, con una inutile piscina e 8 camere da letto. Io ero molto colpita da quel mondo così lontano dal mio e, di nascosto, scattavo delle foto e registravo qualche micro-video sullo smartphone. Con estrema gentilezza, mi hanno subito spiegato che io avrei dovuto sostituirla nelle sue mansioni lavorative. Poi mi hanno accompagnato al primo piano, nella stanza con bagno a me riservata. Sul letto c'erano una maglietta piuttosto trasparente, dei mini short di jeans e due ciabatte infradito. Vicino, un biglietto con scritto: "Mettiti comoda, ti aspettiamo nel salone a piano terra". Ho seguito le istruzioni e sono scesa. Dopo il pranzo, cucinato da uno chef toscano e servito da una cameriera filippina, il pomeriggio è stato un andirivieni continuo di personaggi dello spettacolo. Mi presentavano come una delle protagoniste del nuovo film e bla bla. Io li riprendevo senza farmi notare, ma di prove e di lavoro nemmeno l'ombra. Prima di cena, mi hanno invitato a fare una passeggiata sulla spiaggia con tutti gli altri e, al tramonto, si sono spogliati e buttati in acqua. Ero un po' imbarazzata, però non potevo tirarmi indietro. Ho lasciato lo smartphone nei bermuda, mi sono denudata e mi sono buttata anch'io. A un certo punto, nella confusione dovuta anche alla scarsa luce, ho sentito qualcuno afferrarmi da dietro. Era Adriana, ha sorriso, mi ha abbracciato e baciato in bocca senza preamboli. Quando tutti ci siamo seduti sulla spiaggia, approfittando del buio, mi ha accarezzato la vulva e mi ha baciato di nuovo. Anche gli altri si davano da fare. Non li vedevo, ma udivo chiaramente rumori e voci di chi sta facendo sesso. Dopo la notte precedente, in cui mi ero comportata da escort solo per il piacere fisico, non volevo perdere un'occasione di lavoro così importante e ben pagata, perciò mi sono adeguata. Ho scattato qualche foto col telefonino e lei non se ne è nemmeno accorta. Il clima caldo mitigato dalla brezza del mare, la sabbia, le stelle e i sospiri di uomini e donne eccitati, hanno fatto il resto. Adriana ha cominciato a toccarmi il clitoride e a infilare le dita fino al punto G. Poi mi ha leccato e sono venuta trattenendo i gemiti. Stavo per ricambiare il favore, ma lei si è alzata all'improvviso, ha acceso una lampada portatile, si è seduta vicino ai maschi non impegnati e ha iniziato sfacciatamente a fare dei pompini doppi, a due cazzi alla volta! Altri clik clandestini... A questo punto, è comparso Vittorio, il marito, mi ha preso la mano e mi ha fatto raccogliere biancheria intima, maglietta, bermuda e infradito. Mi ha accompagnato in una delle tante stanze della villa. Ha preso dal mini-frigo una bottiglia di Martini Bianco, l'ha versato in due coppe di cristallo e abbiamo bevuto. Tra le riprese rubate, il bagno in mare, l'orgasmo, e adesso l'aperitivo, mi era venuta una fame spaventosa. Lui se n'è accorto ma, invece di portarmi a mangiare, mi ha ficcato in bocca il suo cazzo mezzo duro. Non era un granchè, forse perchè era solo mezzo duro o forse per l'età (Vittorio era prossimo ai 60). Comunque ho ingoiato il salsicciotto mezzo moscio e sono riuscita a farlo sborrare. Se avessi dato retta alla fame, me lo sarei anche mangiato! E' venuto in fretta, proprio mentre mi ero "sganciata" per leccargli i testicoli. Così, per fortuna, lo sperma è finito sulla sua pancia! Altro clik di nascosto... Soddisfatto il salsicciotto, ho fatto presente che morivo di fame e lui ha citofonato in cucina. Dopo 5 minuti è entrata la cameriera con due vassoi pieni di prelibatezze. CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!